Pinnacle Scommesse

Napoli leader delle Scommesse Sportive del 2014!

Secondo indagini effettuate dall’agenzia Agimeng ( www.agimeg.it), la provincia di Napoli è la zona in cui si è giocato di più nell’anno 2013, contando circa 250 milioni di euro.

Con precisione sono stati incassati in 7500 centri scommesse, più di due milioni di euro.  Seguono nella classifica Roma e Milano con 160 e 120 milioni di euro.  Le tre sole provincie contano il 30% del totale delle scommesse sportive in Italia. All’opposto della categoria troviamo Carbonia con solo 150 mila euro seguita dalla provincia di Ogliastra, Oristano e Medio Campitano con più di duecento mila euro.

In generale il 50% delle scommesse del settore parte dal sud dell’Italia. Napoli non solo è la capolista positiva nel campo “incassi”, ma anche la provincia che presenta più centri scommessi contando circa 780 agenzie di scommesse, in partica sono più del 10% sul territorio nazionale.

Anche in quest’altra classifica seguono Roma con 548 centri, Milano con 389 e Bari 266.  Le ricerche effettuate però hanno notato un incremento dei centri nelle province sopra citate e Torino.  Sempre nella lista nera figurano Carbonia e Ogliastra con rispettivamente 1 e 2 centri! Una vera tragedia per chi è appassionato di scommesse sportive.

Enna invece figura con la percentuale maggiore di centri appena aperti nell’anno passato e conta una media d’incassi di 550 mila euro. Un vero e proprio successone. Il secondo classificato nella categoria è la provincia di Fermo con soli 40.531€ e Medio Campitano con 40.836€ incassati.

Oltre a calcio, tra gli sport più giocati c’è il volley, sul quale si scommette maggiormente a Macerata, in quanto i clienti sono trascinati dalla fortissima squadra di casa.  Per la pallacanestro invece la regina è Biella marcata strettamente dalla provincia di Milano.