Allarme Ebola, il Marocco si rifiuta di ospitare la Coppa d’Africa 2015

Nelle ultime settimane si è fatto un gran parlare di allarme Ebola, e tutt’oggi l’opinione pubblica di tutto il mondo si sta allarmando con la preoccupazione che il contagio possa prendere il sopravvento in maniera indiscriminata. E proprio il rischio epidemia sta stravolgendo anche il mondo calcistico, tant’è che nell’organizzazione della Coppa d’Africa 2015 comincia ad esserci un certo fermento.

Più in particolare il riferimento è diretto al Marocco, sede designata per ospitare la Coppa d’Africa in programma dal 17 gennaio fino all’8 febbraio prossimo: il Marocco ha infatti chiesto alla Caf di spostare il torneo in un’altra sede perchè preoccupato del pericolo Ebola che sta tenendo in allarme il mondo intero. Ma l’esito non è dei migliori, poiché “La Caf ha respinto tutte le nostre richieste per cui noi rifiutiamo di ospitare la Coppa d’Africa 2014. Vogliamo preservare la sicurezza dei nostri cittadini e siamo anche disposti a pagarne le conseguenze”.

Insomma, la questione sta dividendo a metà l’opinione pubblica marocchina. E mentre la Confederazione Africana ha preso tempo fino al 2 Novembre per tentare di trovare una soluzione che possa far contente le parti, c’è chi dice che in realtà si stia pensando di spostare il torneo su altri Paesi.

Tra quelli che hanno già dato disponibilità ad ergersi a organizzatori della Coppa d’Africa 2015 v’è pure il Ghana. A confermarlo è lo stesso ministro dello Sport Mahama Ayariga, che all’emittente locale “City News” ha dichiarato che: “Se il Marocco dovesse ritirarsi, ci è stato domandato se considereremmo l’idea di ospitare il torneo e stiamo valutando la cosa dal punto di vista dei costi e della sanità. Ma non siamo stati contattati solo noi.”

Già, perchè la Caf avrebbe sondato il terreno chiedendo anche ad altre nazioni di una loro eventuale disponibilità in tal senso. Il Sudafrica, ad esempio, viene visto come altro Paese papabile tanto è vero che è già organizzatore dell’edizione 2017 della Coppa d’Africa.