Falsata Bari-Cesena dopo inchiesta calcioscommesse

Dopo la chiusura delle indagini a Cremona, risultano ulteriori problemi per il campionato 2012/2013.  Non contenti delle indagini che andavano avanti su 140 indagati, in campo sono continuate combine.

Dalle carte emerge che anche l’incontro Bari-Cesena dell’ 11 maggio 2013 finito 2-1 era stato truccato.  Il risultato fu essenziale e utile per entrambe che conquistarono così la salvezza in B.  Dopo tutto lo scandalo che è girato nel campionato e sulle squadre, c’è da dire che a Bari non si sono preoccupati di darsi una clamata.

CALCIO_Cesena_bari

La partita Bari-Cesena del maggio 2013 finì quando i biancorossi ribaltarono l’esito della partita negli ultimi due minuti di gara. Gli ospiti andarono in vantaggio al settanta esimo minuto. All’ottantesimo è concesso al Cesena un calcio di rigore che il portiere del Bari para.

A quel punto Caputo all’ottantottesimo e Ceppiterlli al novantesimo segnano dando tre punti ai biancorossi.  Gli scommettitori esultarono contenti dato che una rimonta a venti minuti dalla fine è irraggiungibile.  Ora per il Bari potrebbero arrivare nuovi problemi, prima però bisogna capire come si è mosso lo scommettitore Spadaro e gli asiatici che pagavano tutto.

Nel capo d’imputazione si legge:

per poter scommettere su risultati certi, alteravano, tentavano di alterare o comunque si proponevano di alterare, o s’intromettevano nell’alterazione operata da altra, del regolare risultato conseguente a una leale competizione sportiva”. 

La procura ha indagato come parte lesa gli scommettitori e club che in caso di condanna possono rivalersi contri gli imputati.

Tra gli indagati troviamo Antonio Bellavista ex capitano della squadra e cardine dell’associazione. Era lui che girava per gli alberghi alla ricerca di diritte, e che possedeva sul conto Betfair quattrocentomila euro. Inoltre secondo indagini avrebbe minacciato Paoloni, portiere cremonese che non aveva rispettato i patti.

Infine ecco il video dei Goal e rigore parato in questa partita: